Microinfusori

Cos’è un Microinfusore e Terapia con microinfusore

Il microinfusore o pompa, e un piccolo dispositivo computerizzato che alloggia al suo interno una cartuccia o una siringa riempite di insulina ad azione rapida. La siringa o cartuccia viene collegata al tessuto sottocutaneo attraverso un set di infusione costituito da un catetere ed una cannula in teflon. Il microinfusore e in grado di riprodurre la secrezione fisiologica del pancreas erogando insulina secondo due modalità: una continua (infusione basale), ed una “a domanda” (boli insulinici). Gli strumenti oggi disponibili, assai più sofisticati di quelli di un tempo, permettono di programmare l’infusione basale diversificandola nelle 24 ore in base alle necessita metaboliche e /o personali. La somministrazione e precisa ed accurata anche per frazioni di unita. È possibile anche programmare profili di infusione basale differenti per momenti diversi della settimana (per esempio per i giorni lavorativi o per il fine settimana) o programmare infusioni basali temporanee della durata di alcune ore, senza modifica e il profilo precedentemente impostato,da usare in corso di malattia, di attività sportiva etc.

Nel complesso, quindi, la terapia con microinfusore offre una flessibilità riguardo la somministrazione di insulina basale che certamente la terapia multi iniettiva non può dare, ed e quindi in questa funzione che mantiene una assoluta superiorità.

Con il microinfusore, i boli insulinici possono essere somministrati a domanda per coprire il fabbisogno insulinico legato ai pasti o per correggere eventuali iperglicemie. Questa e una funzione simile a quella praticabile con la siringa/penna.
Il microinfusore attuale ha tuttavia modi sofisticati anche nell’erogazione di insulina al pasto: in aggiunta al bolo “standard” (erogazione di insulina nell’arco di pochi minuti), il microinfusore, ma non la siringa o la penna, può erogare il bolo ad “onda quadra” o “bolo prolungato” (erogazione che può essere protratta da minuti a ore) e il bolo a “onda doppia”che combina il bolo standard e quello prolungato. La scelta del bolo più appropriato dipenderà dalla composizione del pasto e dalla velocita di assorbimento dei nutrienti.
I microinfusori moderni hanno, tra le funzioni ausiliarie, anche quella del “calcolatore del bolo” di insulina che permette di guidare al calcolo del bolo prandiale o del bolo di correzione in funzione del rapporto insulina/ carboidrati, del fattore di sensibilità insulinica individuale e dell’insulina residua ancora attiva. Quindi anche dal punto di vista dei boli il microinfusore offre qualche vantaggio in più rispetto alla terapia multi iniettiva. Oggi sono numerosi anche gli allarmi e i promemoria che aiutano il paziente nella gestione quotidiana della terapia
Alcuni modelli di microinfusore permettono di scaricare via computer i dati presenti in memoria e riprodurre così graficamente la velocita di infusione basale, la frequenza e il tipo di bolo, quando e stato cambiato il catetere etc. Questa funzione permette di controllare la compliance del paziente e le sue capacita di gestione.

Fonte: AMD

Che cos’è Insulina

L’INSULINA
L’insulina è un ormone proteico dalle proprietà anaboliche, prodotto dalle cellule beta delle isole di Langerhans all’interno del pancreas. La sua funzione più nota è quella di regolatore dei livelli di glucosio ematico riducendo la glicemia mediante l’attivazione di diversi processi metabolici e cellulari. L’insulina ha anche altre funzioni non meno importanti: stimola le mitosi, la crescita della massa muscolare ed ossea; contrariamente ad altri ormoni anabolizzanti, stimola anche la crescita della massa adiposa; aumenta il colesterolo LDL. I primi studi dell’insulina si devono a Nicolae Constantin Paulescu che il 10 aprile del 1922 ottiene il brevetto per la scoperta della Pancreina.